L’ultima settimana di un aprile euforico che guarda a maggio con una strisciante preoccupazione. Borse reduci da una settimana precedente partita con nuovi massimi storici, ma conclusasi con una moderata incertezza.

 

Da una parte un sentiment perturbato da numerosi fattori concomitanti. Dall’altra parte l’inondazione di liquidità di cui non si sono ancora visti tutti gli effetti.

 

La ripresa economica negli Stati Uniti assume connotati di un boom prossimo venturo. Ma la guerra con la Cina, i dissapori con la Russia fanno apparire tutto in un equilibrio precario pronto a rompersi. Maggio sarà il mese della verità?

 

Relatore: Giorgio Pallini, autore di Scelta Vincente sull’Istituto Svizzero della Borsa

Presenta: Maurizio Monti, editore di Traders’ Magazine Italia